Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti

Articoli

Progetti Europei(PON)

PROGETTI EUROPEI NUOVE ANNUALITÀ 2007-2013

La strategia globale della programmazione per il settore dell’Istruzione 2007-2013 mira a conseguire come risultati:

 

  •  l’innalzamento dei livelli di apprendimento e di competenze chiave;
  •  l’effettiva equità di accesso ai  percorsi migliori;
  •  l’aumento della copertura dei percorsi di istruzione e formazione iniziale;
  •  l’aumento della partecipazione a opportunità formative lungo tutto l’arco della vita;
  •  il rafforzamento della qualità dei sistemi d’istruzione, formazione e lavoro e il loro collegamento con il territorio.


Tale strategia è stata condivisa con le Regioni che, nell’ambito dei loro Programmi Operativi Regionali, concorrono al conseguimento degli stessi obiettivi.
Nell’ambito di questa strategia globale, i due programmi Operativi Nazionali, “Competenze per lo sviluppo” (FSE) e “Ambienti per l’apprendimento” (FESR) hanno in comune la presentazione di un quadro di contesto che analizza tutti gli aspetti evolutivi del settore, nonché i risultati della precedente  programmazione, ponendo in evidenza le criticità ed i punti di forza del sistema.
L’analisi del contesto permette a tutti di comprendere che la strategia delineata nei documenti, individua alcune priorità di intervento finalizzate a riequilibrare il sistema e, nello stesso tempo, a sostenere i processi di riforma ed innovazione della scuola, nonché gli elementi di continuità e discontinuità con l’attuale programmazione. Entrambi i programmi, infine, concorrono al conseguimento degli obiettivi comunitari.

 

La strategia operativa dei Programmi Istruzione 2007-2013 - FSE e FESR- è fondata su due obiettivi prioritari:

 

  • favorire in giovani e adulti/e l’acquisizione di più elevate e diffuse competenze e capacità di apprendimento, da raggiungere in coerenza con la strategia della politica ordinaria per l’istruzione - potenziamento dell’autonomia, estensione dell’obbligo a 16 anni e definizione di livelli degli apprendimenti nell’area dell’istruzione secondaria di primo grado e del biennio dell’istruzione di secondo grado e rafforzamento dei Centri per l’educazione degli adulti;
  • dare maggiore attrattività alla scuola anche in termini di ambienti ben attrezzati per la didattica, sicuri e accoglienti per contrastare gli abbandoni precoci e attenuare gli effetti di quei fattori di contesto, interni ed esterni alla scuola, che influiscono su motivazioni, impegno e aspettative dei giovani e delle loro famiglie.


Si tratta di obiettivi che richiedono prioritariamente interventi su tutti quei fattori che, direttamente o indirettamente, influiscono sulla qualità del sistema (in quanto esso stesso determina le aspettative di vita e di lavoro dei giovani e adulti) : la formazione del personale scolastico e, in particolare dei docenti, lo sviluppo dell’autonomia scolastica in tutte le sue forme, la sicurezza delle strutture scolastiche e la loro qualità anche in riferimento alla ecosostenibilità ed attrattività, i servizi sociali quale supporto alla scuola e alle famiglie, la fiducia nelle istituzioni e nel futuro, la consapevolezza di poter spendere le competenze acquisite a scuola nel mondo del lavoro e di poter accedere a beni e servizi, senza rischio di esclusione e in un clima di sicurezza.
L’istituto, dopo aver elaborato i risultati della scheda di autodiagnosi  predisposta dall’autorità di gestione dei PON, partecipa alla nuova annualità PON con un piano integrato di interventi su ““Competenze per lo sviluppo” (FSE) .

 

Per l'annualità 2011/2012  e 2012-2013  il Piano integrato FSE è il seguente:

 

  •  C1 "Interventi per lo sviluppo delle competenze chiave” (comunicazione nelle lingue straniere) - n. 1 modulo di 30 ore di lingua inglese con certificazione esterna (Passaporto per le lingue europee Certificazione Pet- Livello B1)
  • C1 "Interventi per lo sviluppo delle competenze chiave” (Comunicazione nelle lingue straniere)  n° 1 modulo di 30 ore di lingua francese  “Travailler en francais”
  • C1 "Interventi per lo sviluppo delle competenze chiave” (Comunicazione nelle lingue straniere)  n° 1 modulo di 30 ore di lingua Spagnola “Sin Fronteras”
  • C1 "Interventi per lo sviluppo delle competenze chiave” (competenze digitali) - n. 1 modulo di 50 ore di INFORMATICA  dal titolo “Certificazione Cisco IT ESSENTIAL” con certificazione esterna CISCO
  • C1 "Interventi per lo sviluppo delle competenze chiave” (competenze matematiche) n. 1 modulo di 30 ore dal titolo “All’assalto delle prove OCSE PISA”
  • C3  “Le(g)ali al Sud: Un progetto per la legalità in ogni scuola”- 2° annualità – Modulo di 50 ore . Ente partner: Comune di Bari.
  • C5  “ Tirocini e stage in Italia” “Strategie di marketing comunicazione e linguaggi 
  • D1 "Interventi formativi rivolti ai docenti e al personale della scuola, sulle nuove tecnologie della comunicazione dal titolo “ECDL Docenti” modulo di 30 ore.
  • F2 Interventi per promuovere il successo scolastico per le scuole del secondo ciclo "Con L’Europa cresciamo…e stiamo bene a scuola"
  • Modulo  1: “ Ragazzi in movimento per 50 ore;
  • Modulo 2: “FENOMENAL”, percorso di ed. allo sviluppo sostenibile/salute, per 50 ore;
  • Modulo 3: “Teatro e musica”,  per 50 ore
  • G1 “Non è mai troppo tardi” prevede tre azioni G1 afferenti a tre aree di intervento:

 

  • area dei linguaggi  (Italiano e Lingua inglese) (60 ore) 
  • area matematico-scientifica (Matematica ed Economia Aziendale)(60 ore)
  • competenze digitali ECDL ADULTI (60 ore)

 

Si precisa che per  tutte le attività formative relative ai progetti europei, l’Istituto riconosce il credito formativo in sede di scrutinio, tramite certificazione  finale indicante i livelli di competenza maturati.

repubblicaPon2013